Via del Suffragio a Trento, Olga Segata (AGIRE): “Problema irrisolto del centro storico, che andrà affrontato dalla prossima amministrazione”.

La nuova amministrazione di Trento sarà chiamata, al di là dei grandi progetti spesso irrealizzabili, a prendere in mano un problema irrisolto del centro storico: via del Suffragio. Una via storica di accesso alla città, ma rimasta ferma anche a causa di conflitti tra privati e Comune. Per chi non lo sapesse infatti, i portici sono privati, con evidente diritto di passaggio di tutta la popolazione, e proprio la popolazione si lamenta della scarsa illuminazione e della sporcizia (muri neri, imbrattamenti, utilizzo a latrina, etc).

La gente gradirebbe che fossero trasformati in uno spazio accogliente con vetrine, su modello di quanto accade ad esempio a Merano (molto noti e frequentati). Anni fa un tentativo: circa a metà della via quattro fori nel marmo rosso della pavimentazione, subito tappati ma ancora visibili, e poi il nulla. Alcuni soffitti sono mancanti, oltre che della tinteggiatura, anche della calce caduta a pezzi, per fortuna non sulla testa dei passanti.

Come persona che vive il centro storico e candidata con AGIRE per il Trentino a sostegno di Marcello Carli, il mio impegno è quello di portare questa istanza all’attenzione del Comune, per poter finalmente “agire” per sistemare questi caratteristici portici, ormai obsoleti, con una nuova e adeguata illuminazione e l’installazione di vetrine che possano essere date in gestione ai commercianti.

Mi riaggancio anche alla mia precedente proposta di edizione “diffusa” del mercatino di Natale, quantomeno nella logistica di accesso al centro storico. In fondo a via Suffragio potrebbe essere spostata la fermata dei bus di linea urbana, e con l’occasione una fermata per i pullman: in questo modo modo una parte dei turisti in arrivo potrebbe accedere al centro da un percorso alternativo, passando quindi dal grazioso slargo di Passaggio Silvio Dorigoni e piazzetta Nicolò Rasmo, per poi proseguire in via Suffragio, distribuendo così le presenze e permettendo di gestire meglio eventuali assembramenti, riattivando al contempo una via di accesso alla città dalle grandi potenzialità non valorizzate.

Olga Segata
Candidata di AGIRE per il Trentino per il Comune di Trento e la Circoscrizione Centro storico-Piedicastello.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa cookie tecnici e di terze parti per la raccolta in forma aggregata di dati anonimi che permettono di migliorare la fruibilità dei contenuti. Cliccando su "accetta", acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni e su come eventualmente disabilitare i cookie consultare l'informativa: cookie e privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi