Valsugana SS47: l’opportunismo elettorale di una messa (forse) in sicurezza

L’ordinanza del Servizio Gestione Strade del 23 giugno 2017 presenta alcuni aspetti interessanti, addirittura emblematici, di come la nostra Provincia si è sempre approcciata al problema della viabilità della Statale 47, riconosciuta dal dirigente nel testo, come «una delle principali arterie del sistema viario provinciale, asse di collegamento tra le province di Trento, Bolzano attraverso la SS12, e il Veneto».

Le «criticità geometriche e strutturali» della SS47 che ci riguardano, non sono però una scoperta di oggi! Sono problemi conosciuti e studiati da almeno quarant’anni, emblematici appunto dell’incapacità operativa, che deriva sostanzialmente dal poco interesse ad ascoltare la gente e farsi carico delle criticità emergenti sul territorio. Ora, per rimanere nell’ambito di questa legislatura provinciale, l’imposizione di divieti di sorpasso e limiti di velocità, in attesa dei «lavori di adeguamento geometrico strutturale» di poco meno di 3 chilometri sul tratto di Ospedaletto, sono certamente un segnale che qualcosa si sta muovendo.

Un segnale che giunge però in ritardo, poiché se le misure per implementare la sicurezza iniziano con il cercare di ridurre la velocità non si capisce il perché non siano state introdotte fin dal primo momento, almeno nel 2014. Questa “ideona” del far pagare agli utenti della strada, sanzionandoli prima ancora di servirli con una programmazione intelligente degli adeguamenti della viabilità per la loro sicurezza, che comunque non servirà a evitare un qualsiasi incidente con la conseguenza del «blocco totale del transito sulla viabilità statale con ripercussioni sull’intera viabilità provinciale» e, aggiungo io, sulle aziende locali che si vedono improvvisamente “bloccate” da un evento anche minimo, è sintomatica di una classe dirigente che ha il bene comune come obiettivo secondario. Prima viene la carriera politica, le autocelebrazioni di un prestigio immeritato, con inaugurazioni e proclami altisonanti che nascondono il perseguimento di un interesse personale… mera pecunia!

Guarda caso, i lavori capitano nel 2018. Lo sfruttamento a fini elettorali di questa ghiotta occasione è del tutto scontato.

Cons. Claudio Cia

 

La lettera sul quotidiano “l’Adige” del 30 giugno 2017:

Esito dell'Iniziativa

 

Comunicato inviato ai media locali il 26 giugno 2017.

 

 

 

L’ordinanza del 23 giugno 2017, del Servizio Gestione Strade: SS47 Valsugana

 

 

 

 

 

 

L’articolo su “La Voce del Trentino”: Valsugana SS47: l’opportunismo elettorale di una messa (forse) in sicurezza

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*