Val di Sole, Pejo e Rabbi

Presentazione

 

“Il desiderio, è il moto intenso dell’animo che spinge a realizzare o a possedere qualcosa che si considera un bene, essere unici non confrontabili, creare validi motivi affinché ciò che ieri era astio oggi diventi amore, ciò che era politica diventi oculata amministrazione, e perché la famiglia diventi il punto di appoggio per una nuova leva per il cambiamento”

Cosa ci fa uno straniero a ficcanasare i giochi politici in casa altrui?

Ciao, sono Maurizio Mora e dopo 43 anni da milanese stressato, ma fin da piccolo innamorato di questa regione, ho sposato una trentina, la Val di Sole, e la mentalità autonomista di un territorio che ho deciso di salvaguardare, non fosse altro per il grande rispetto che nutro per la popolazione, di cui fanno parte anche i miei due figli, vero ed unico motivo per cui ho messo il “sedere nelle pedate”.

Credo al cambiamento, credo alla buona volontà, credo che si possano sconfiggere gli stereotipi incrostati alla politica, credo che si possano bruciare le cadreghe e i clientelismi, credo nelle persone di buona volontà. Vedo un territorio geloso di sè stesso ma perché vuole salvaguardare ciò che di buono ancora riesce a custodire, credo nel rispetto delle diverse identità locali, orgogliose di esistere e di contare nelle decisioni amministrative, ma che al momento buono riescono ad essere comunità, superando le superficialità e le rivalità, raggiungendo obbiettivi che nelle altre regioni possono solo immaginare.

Credo fermamente nei principi di autonomia del Trentino, forse anche in maniera estremistica, e sono convinto, che qui nasce un modello, con i suoi pregi e difetti (che miglioreremo), da esportare nelle altre regioni italiane.

Ho trovato chi come me, pensa che sia finita un’era in cui il lamento era l’unica via per protestare, un gruppo di persone dalle idee chiare, con la voglia di rimanere sul territorio anche dopo le elezioni, con il comandamento che le persone vengono al primo posto. Un gruppo, per cui l’ascolto, sarà considerato assolutamente uno strumento imprescindibile per la gestione e il continuo miglioramento del territorio e della qualità di vita della sua gente, a cui verrà spiegato ogni criterio usato per prendere tutte le decisioni amministrative.

Siamo gente semplice, come voi, abbiamo come guida un consigliere, Claudio Cia, che al pari della famosa pandora, non teme di aprire le pentole colme di magagne, o di aprire gli armadi che custodiscono scheletri polverosi, una persona, che tra le innumerevoli azioni per la gente, ha suonato la sveglia all’attuale Giunta provinciale affinché intervenisse per salvare l’identità (e i posti di lavoro dei Solandri) delle funivie di Folgarida.

Se anche voi come noi volete un Trentino trasparente, efficiente, autonomo, libero dalle logiche cortigiane, e dai balletti delle poltrone, sosteneteci alle prossime elezioni provinciali.

Maurizio Mora – Coordinatore di “AGIRE per il Trentino” nelle Valli di Sole, Peio e Rabbi

 

Questo sito usa cookie tecnici e di terze parti per la raccolta in forma aggregata di dati anonimi che permettono di migliorare la fruibilità dei contenuti. Cliccando su "accetta", acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni e su come eventualmente disabilitare i cookie consultare l'informativa: cookie e privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi