Trento

 

Presentazione

Mercoledì 29 giugno si è svolto l’incontro, il primo del coordinamento territoriale per il comune di Trento, del movimento “AGIRE per il Trentino”.

Gli obbiettivi del coordinamento territoriale sono come si può supporre molteplici. Partiamo però da un obbiettivo ben preciso: mettere al centro la persona nel suo insieme. Questo obbiettivo potrebbe sembrare retorico, soprattutto se scritto o pronunciato in circostanza di presentazione di un movimento politico.

La retorica invece esiste in quelle ideologie dove l’uomo inteso come persona sia considerato al pari di semplice materia. Questa muta ideologia continuamente si “modernizza” promettendoci di portare il paradiso sulla terra. Esiste anche la retorica dell’ideologia del consumismo, la quale ritiene importante l’uomo se consuma o crea consumo. Dopodiché non si è più interessanti né per il mercato né per la società. Questa ideologia ci promette felicità anestetizzando i nostri sentimenti con acquisti non necessari.

Il nostro nuovo gruppo invece metterà al centro la persona (!) e non si limiterà solo  a delle politiche o programmi vicini alla scadenza elettorale. Sappiamo che ciò accade, ma non possiamo permetterci una cosa diversa. Su questo punto dobbiamo insistere e guardare a quanto accadrà fra venti o trent’anni.

Coordinamento TrentoIl coordinamento si prefigge di lavorare sia per l’oggi, che nel lungo periodo includendo politiche famigliari. Sarebbe sciocco non pensare che la miglior forma di welfare è la famiglia.

Il nostro gruppo ha l’obbligo di pensare alla soluzione dei problemi non limitandosi a sentire le persone, ma ad “ascoltarle” (cosa ben diversa), ascoltarle non in maniera emotiva per dopo creare una soluzione dettata dalla pietà (la pietà è un misero sostituto dell’amore che dura poco) ma in forma costruttiva e duratura.

La base dei valori che raggruppa il movimento “AGIRE” e il coordinamento territoriale per la città di Trento non è solo l’onestà, la correttezza, i valori condivisi ma anche il voler affermare che ci sono valori affettivi di gran lunga superiori a quelli materiali. Se poi si riesce a coniugare entrambe le cose ancora meglio!

Sandro Bordignon – coordinatore territoriale

Scuole al freddo, Bordignon (Agire): «Anche alla scuola Bresadola problemi di riscaldamento».

Facendo riferimento al recente articolo comparso sulla stampa locale, relativo a problemi di riscaldamento che hanno lasciato al freddo studenti e insegnanti della Scuola Primaria “R. Sanzio”, si segnala che anche in un altro plesso facente parte dell’Istituto comprensivo Trento5, ...

Leggi Articolo »

Opere pubbliche: Trento come la città del Monopoli

Aggiungiamo a malincuore un’altra pagina al libro che ormai sta diventando un tomo, sulla stagnazione dell’amministrazione comunale. La partita dell’area Ex-Italcementi con le varie permute che vanno a coinvolgere l’area di Trento Fiere e piazzale San Severino subisce un colpo ...

Leggi Articolo »

Degrado in centro storico a Trento, Santa Maria Maggiore è il simbolo di questo decadimento.

Non c’è oramai da stupirsi affatto che il continuo degrado e clima di insicurezza siano arrivati a coinvolgere anche i nostri luoghi cittadini più importanti a livello storico, architettonico e religioso. La chiesa di Santa Maria Maggiore è diventata sua ...

Leggi Articolo »

Studenti al freddo, continua il problema alle scuole Sanzio: in aula con il giaccone.

Alle scuole Sanzio di Trento da alcuni anni accade che nella stagione invernale si presenti con regolarità il problema delle aule fredde e non apparentemente idonee allo svolgimento delle attività didattiche. Diversi genitori lamentano il fatto che i propri figli ...

Leggi Articolo »

Via Travai a Trento, la dignità umana calpestata ogni giorno

Nel tempo in cui si progettano aerei che viaggiano ad energia solare e si vendono smartphone che riconoscono la faccia del proprietario, è inammissibile che si possano incrociare per strada giacigli di fortuna dove dormono persone che non hanno un ...

Leggi Articolo »

Trento e Bolzano: differente riorganizzazione postale

Mentre apprendiamo dalla stampa locale che per alcuni comuni della Provincia di Trento si partirà con la consegna della posta a giorni alterni, sulla stampa altoatesina campeggia in bella mostra la notizia dell’assunzione di 25 nuovi postini. Queste due situazioni, ...

Leggi Articolo »