Trento

 

Presentazione

Mercoledì 29 giugno si è svolto l’incontro, il primo del coordinamento territoriale per il comune di Trento, del movimento “AGIRE per il Trentino”.

Gli obbiettivi del coordinamento territoriale sono come si può supporre molteplici. Partiamo però da un obbiettivo ben preciso: mettere al centro la persona nel suo insieme. Questo obbiettivo potrebbe sembrare retorico, soprattutto se scritto o pronunciato in circostanza di presentazione di un movimento politico.

La retorica invece esiste in quelle ideologie dove l’uomo inteso come persona sia considerato al pari di semplice materia. Questa muta ideologia continuamente si “modernizza” promettendoci di portare il paradiso sulla terra. Esiste anche la retorica dell’ideologia del consumismo, la quale ritiene importante l’uomo se consuma o crea consumo. Dopodiché non si è più interessanti né per il mercato né per la società. Questa ideologia ci promette felicità anestetizzando i nostri sentimenti con acquisti non necessari.

Il nostro nuovo gruppo invece metterà al centro la persona (!) e non si limiterà solo  a delle politiche o programmi vicini alla scadenza elettorale. Sappiamo che ciò accade, ma non possiamo permetterci una cosa diversa. Su questo punto dobbiamo insistere e guardare a quanto accadrà fra venti o trent’anni.

Coordinamento TrentoIl coordinamento si prefigge di lavorare sia per l’oggi, che nel lungo periodo includendo politiche famigliari. Sarebbe sciocco non pensare che la miglior forma di welfare è la famiglia.

Il nostro gruppo ha l’obbligo di pensare alla soluzione dei problemi non limitandosi a sentire le persone, ma ad “ascoltarle” (cosa ben diversa), ascoltarle non in maniera emotiva per dopo creare una soluzione dettata dalla pietà (la pietà è un misero sostituto dell’amore che dura poco) ma in forma costruttiva e duratura.

La base dei valori che raggruppa il movimento “AGIRE” e il coordinamento territoriale per la città di Trento non è solo l’onestà, la correttezza, i valori condivisi ma anche il voler affermare che ci sono valori affettivi di gran lunga superiori a quelli materiali. Se poi si riesce a coniugare entrambe le cose ancora meglio!

Sandro Bordignon – coordinatore territoriale

Esuberi SAIT, vittoria o sconfitta?

La vertenza del Consorzio Sait si è conclusa. Il giudizio sulle vertenze non è mai positivo se si pensa al fatto che delle persone resteranno a casa dal Lavoro. Una trattativa però bisogna guardarla nel suo complesso e non trarre ...

Leggi Articolo »

Scuole Sanzio, dopo le infiltrazioni di acque nere la Provincia intende intervenire?

E’ di questi gironi la notizia che il seminterrato della scuola elementare “R. Sanzio”, a Trento, è stato interessato da importanti infiltrazioni di acque nere, probabilmente dovute a tubature obsolete che, si sa, contengono i rifiuti riconducibili ad attività umane ...

Leggi Articolo »

Nuova area camper… senza camper?

Nella giornata di domenica 17 dicembre, nel pieno delle attività natalizie, siamo passati a vedere come stesse funzionando anche la nuova area camper inaugurata da alcuni giorni proprio per poter accogliere i numerosi turisti da sempre arrivati con questi mezzi. ...

Leggi Articolo »

L’accoglienza dovrebbe essere un servizio meno “mediatico”, più incisivo e concreto.

Mentre abbiamo appena passato questo ponte dell’Immacolata in famiglia o con amici, il mio pensiero si concentra sulle persone meno fortunate che non possono godere del caldo accogliente di una casa e dell’affetto caloroso dei propri cari. Ancora tante persone ...

Leggi Articolo »

Molotov sotto auto della Polizia Locale a Trento, Cia (AGIRE): “Atto gravissimo e da non sottovalutare.”

Negli ultimi decenni a Trento la cronaca non ha mai ripotato atti di questa gravità: nove molotov rudimentali sotto alcune auto della Polizia Locale. Secondo le dinamiche dell’episodio in questione gli ordigni non sono esplosi e fortunatamente non ci sono ...

Leggi Articolo »

Sicurezza, Crusi (AGIRE): “Altro che statistiche, ormai è questione di fortuna.”

Nei giorni scorsi sono usciti i dati relativi alla sicurezza della popolazione che inquadrano molto bene la situazione del nostro territorio, anche se a questi indicatori bisognerebbe aggiungere tutte le persone che rinunciano ormai a denunciare ed anche, come indicato ...

Leggi Articolo »