Trento

 

Presentazione

Mercoledì 29 giugno si è svolto l’incontro, il primo del coordinamento territoriale per il comune di Trento, del movimento “AGIRE per il Trentino”.

Gli obbiettivi del coordinamento territoriale sono come si può supporre molteplici. Partiamo però da un obbiettivo ben preciso: mettere al centro la persona nel suo insieme. Questo obbiettivo potrebbe sembrare retorico, soprattutto se scritto o pronunciato in circostanza di presentazione di un movimento politico.

La retorica invece esiste in quelle ideologie dove l’uomo inteso come persona sia considerato al pari di semplice materia. Questa muta ideologia continuamente si “modernizza” promettendoci di portare il paradiso sulla terra. Esiste anche la retorica dell’ideologia del consumismo, la quale ritiene importante l’uomo se consuma o crea consumo. Dopodiché non si è più interessanti né per il mercato né per la società. Questa ideologia ci promette felicità anestetizzando i nostri sentimenti con acquisti non necessari.

Il nostro nuovo gruppo invece metterà al centro la persona (!) e non si limiterà solo  a delle politiche o programmi vicini alla scadenza elettorale. Sappiamo che ciò accade, ma non possiamo permetterci una cosa diversa. Su questo punto dobbiamo insistere e guardare a quanto accadrà fra venti o trent’anni.

Coordinamento TrentoIl coordinamento si prefigge di lavorare sia per l’oggi, che nel lungo periodo includendo politiche famigliari. Sarebbe sciocco non pensare che la miglior forma di welfare è la famiglia.

Il nostro gruppo ha l’obbligo di pensare alla soluzione dei problemi non limitandosi a sentire le persone, ma ad “ascoltarle” (cosa ben diversa), ascoltarle non in maniera emotiva per dopo creare una soluzione dettata dalla pietà (la pietà è un misero sostituto dell’amore che dura poco) ma in forma costruttiva e duratura.

La base dei valori che raggruppa il movimento “AGIRE” e il coordinamento territoriale per la città di Trento non è solo l’onestà, la correttezza, i valori condivisi ma anche il voler affermare che ci sono valori affettivi di gran lunga superiori a quelli materiali. Se poi si riesce a coniugare entrambe le cose ancora meglio!

Sandro Bordignon – coordinatore territoriale

Monte Bondone: si punti su famiglie e sostenibilità ambientale

Nella serata di giovedì abbiamo seguito con molto interesse l’incontro pubblico organizzato dal consigliere Maestranzi sulle scottanti tematiche del Monte Bondone, argomento sul quale lo stesso consigliere detiene la delega da qualche mese. La serata è stata molto partecipata, circa ...

Leggi Articolo »

Trento “bocciata” come Capitale della Cultura 2018

La bocciatura di Trento come “capitale della cultura” del 2018 dimostra, per l’ennesima volta, in poco tempo, come la nostra città non possegga più le migliori caratteristiche e garanzie per potersi confrontare con altre splendide realtà. Il Sindaco e la ...

Leggi Articolo »

Agire interviene sul licenziamento di tre giornalisti di Trentino TV

Il coordinamento di Agire per la città di Trento esprime la propria vicinanza e solidarietà ai tre noti e stimati giornalisti di Trentino TV, Alessio Kaisermann, Francesca Quattromani e Daniele Benfanti, licenziati bruscamente dall’editore Angeli. Spiace constatare che un’importante televisione ...

Leggi Articolo »

Classifica dei sindaci, Andreatta dal 5° al 43° posto in un anno: rifletta seriamente

Il sindaco si Trento si posiziona al 43° posto nella classifica del Sole24 Ore. Agire: «Andreatta rifletta seriamente se ha la capacità di realizzare quelle minime iniziative di rilancio». Non risulta affatto una sorpresa l’enorme scivolone del Sindaco Andreatta nella classifica ...

Leggi Articolo »

Discarica Sativa: quali certezze per gli abitanti di Sardagna?

La discarica Sativa di Sardagna venne posta sotto sequestro nel 2009, poi dissequestrata nel 2011 nonostante l’accertamento della presenza di materiali inquinanti stoccati nel periodo precedente al 2006. La vicenda si concluse con un’analisi di rischio effettuata nel 2012 dalla ...

Leggi Articolo »

Licenziamenti ex Vestimenta, Agire: «mancano adeguate iniziative per salvaguardare i nostri lavoratori»

Il coordinamento territoriale di Agire per la città di Trento esprime la massima vicinanza e solidarietà ai 57 dipendenti dello stabilimento di “Confezione Moda Italia” di Mattarello, licenziati venerdì scorso. Purtroppo, il proseguire della crisi economica ha già da tempo ...

Leggi Articolo »