Trento

 

Presentazione

Mercoledì 29 giugno si è svolto l’incontro, il primo del coordinamento territoriale per il comune di Trento, del movimento “AGIRE per il Trentino”.

Gli obbiettivi del coordinamento territoriale sono come si può supporre molteplici. Partiamo però da un obbiettivo ben preciso: mettere al centro la persona nel suo insieme. Questo obbiettivo potrebbe sembrare retorico, soprattutto se scritto o pronunciato in circostanza di presentazione di un movimento politico.

La retorica invece esiste in quelle ideologie dove l’uomo inteso come persona sia considerato al pari di semplice materia. Questa muta ideologia continuamente si “modernizza” promettendoci di portare il paradiso sulla terra. Esiste anche la retorica dell’ideologia del consumismo, la quale ritiene importante l’uomo se consuma o crea consumo. Dopodiché non si è più interessanti né per il mercato né per la società. Questa ideologia ci promette felicità anestetizzando i nostri sentimenti con acquisti non necessari.

Il nostro nuovo gruppo invece metterà al centro la persona (!) e non si limiterà solo  a delle politiche o programmi vicini alla scadenza elettorale. Sappiamo che ciò accade, ma non possiamo permetterci una cosa diversa. Su questo punto dobbiamo insistere e guardare a quanto accadrà fra venti o trent’anni.

Coordinamento TrentoIl coordinamento si prefigge di lavorare sia per l’oggi, che nel lungo periodo includendo politiche famigliari. Sarebbe sciocco non pensare che la miglior forma di welfare è la famiglia.

Il nostro gruppo ha l’obbligo di pensare alla soluzione dei problemi non limitandosi a sentire le persone, ma ad “ascoltarle” (cosa ben diversa), ascoltarle non in maniera emotiva per dopo creare una soluzione dettata dalla pietà (la pietà è un misero sostituto dell’amore che dura poco) ma in forma costruttiva e duratura.

La base dei valori che raggruppa il movimento “AGIRE” e il coordinamento territoriale per la città di Trento non è solo l’onestà, la correttezza, i valori condivisi ma anche il voler affermare che ci sono valori affettivi di gran lunga superiori a quelli materiali. Se poi si riesce a coniugare entrambe le cose ancora meglio!

Sandro Bordignon – coordinatore territoriale

Ripensiamo il collegamento funiviario Trento-Bondone

In queste settimane ci si può imbattere in parecchie persone che si recano a visitare la nuova terrazza panoramica realizzata a Sardagna e qualcuno lo avrà fatto utilizzando la cara vecchia funivia che da decenni ci accompagna in questo percorso. Una funivia che dimostra tutti i suoi anni di attività e stride moltissimo con i concetti e progetti che ci ...

Leggi Articolo »

​​Interramento della ferrovia: sogno di una notte di mezza estate del Sindaco Andreatta?

Come candidato sindaco alle ultime elezioni comunali per la città di Trento avevo portato avanti l’idea di una città “normale”, senza manie di grandezza, dei piccoli passi fatti uno dopo l’altro. E’ più o meno dal 2001 che si sente parlare di un progetto che vedrebbe l’interramento della tratta cittadina della ferrovia. Ciclicamente, ovvero in prossimità delle tornate elettorali, il ...

Leggi Articolo »

Ferrovia dell’Avisio: quando sarà attuata la mozione numero 38 del 2014?

Con la mozione numero 38 del 12 giugno 2014 “Interventi a sostegno dell’attività di studio e progettazione relativa alla realizzazione di una ferrovia delle Valli dell’Avisio”, il Consiglio provinciale, all’unanimità, impegnava la Giunta ad attuare due punti: ad avviare nel più breve tempo possibile lo studio di fattibilità di una ferrovia che colleghi Trento con le valli dell’Avisio, approfondendone, tra ...

Leggi Articolo »

Corteo per la sicurezza di mercoledì 19 luglio per smascherare l’ignavia della politica

Dopo un confronto con le varie forze politiche, AGIRE per il Trentino ha deciso di aderire al corteo per la sicurezza di mercoledì prossimo per dire basta al degrado, alla criminalità e all’insicurezza nel nostro capoluogo. Ora più che mai riteniamo che bisogna mandare un segnale chiaro e inequivocabile al sindaco Andreatta e alla maggioranza di centro-sinistra, che stanno abbandonando ...

Leggi Articolo »

“Agire” critica il sindaco Andreatta: «ci vorrebbe un Daspo per lui e la sua Giunta».

“Oltre al DASPO per i balordi e i criminali, che rendono Trento una città maltrattata e insicura, ce ne vorrebbe uno per la Giunta Andreatta che non è riuscita ad assicurare ai Trentini il diritto di vivere serenamente a casa loro. Andreatta difatti si è dimostrato solo una pedina comoda per i poteri forti locali che l’hanno usato per i loro interessi: né il Sindaco né la Giunta sono ...

Leggi Articolo »

Case ITEA a Villazzano3 e Madonna Bianca: persistono disservizi e degrado nonstante gli annunci della “riqualificazione”

Nel mese di febbraio di quest’anno scrissi una lettera denunciando un degrado al limite della sopportazione e della decenza nei rioni di Villazzano 3 e Madonna Bianca. Finora nulla è cambiato, anzi i disservizi persistono in un calvario quotidiano a danno degli inquilini, almeno quelli più sensibili al vivere civile. Ed è proprio verso queste persone che l’Itea dovrebbe rivolgersi, ...

Leggi Articolo »