Sport, Castellini (AGIRE): “Nelle Giudicarie si sostengano le associazione dei volontari.”

AGIRE per il Trentino si schiera a favore delle associazioni sportive che sono presenti nella nostra valle. Stiamo parlando delle Valli Giudicarie, zona periferica, dove le limitazioni sono molte e trovare un passatempo per i nostri ragazzi risulta difficile in una realtà che offre distrazioni più o meno discutibili per i nostri giovani; è quindi doveroso un applauso verso queste società che si fanno carico di appassionare gli adolescenti verso un percorso sportivo, spesso anche impegnativo, ma sicuramente ricco di soddisfazioni.

Ne citiamo alcune da esempio, ma non vogliamo escluderne alcuna: A.S. CALCIOCHIESE, associazione calcistica con sede a Storo che comprende corsi per bambini in tenera età fino ad arrivare alla squadra di eccellenza, con volontari che trasmettono l’amore per lo sport non solo in campo ma attraverso iniziative interessanti anche al di fuori di questo contesto; S.S. CONDINESE che parte con il girone “primi calci” fino a portare i ragazzi a livelli dilettantistici; TENNIS CLUB CONDINO presente dagli anni ’80 che propone uno sport alternativo al calcio e che è riuscita ad attrarre molti aderenti organizzando mini corsi per bambini, per principianti, di perfezionamento, e tutti con personale specializzato; ASSOCIAZIONE TEAM VOLLEY C8 che nel 2018 festeggerà 50 anni di attività, e che sotto l’attuale presidenza di Iginio Ferretti è riuscita in questi ultimi anni a coinvolgere sempre un maggior numero di ragazzi e ragazze fino ad arrivare ad avere sette squadre dove partecipano soggetti dai 10 ai 35 anni.

Queste sono società autotassate dove è richiesta una quota d’iscrizione utile a mantenere attive queste realtà. La nostra Giunta Provinciale dovrebbe esprimere una maggior sensibilità verso queste iniziative, non solo per agevolare le famiglie che in non rari casi hanno più di un figlio che si dedica a tali sport; e ci si chiede con quale criterio vengono tutt’ora erogati i contributi, visto che abbiamo assistito a “dilazioni” assurde verso società raccomandate e una poca considerazione verso altre. Non si potrebbe assumere una adeguata redistribuzione del denaro?

Auspichiamo che tale richiesta possa essere considerata per il bene dei nostri ragazzi affinché possano iniziare e continuare a dedicarsi allo sport in maniera sana e genuina e anche per tutti i volontari che con grande spirito di sacrificio possano ancora sostenere una gioventù che potrebbe perdersi per strada.

Grazia Castellini – Coordinatrice di AGIRE per il Trentino delle Valli Giudicarie

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa cookie tecnici e di terze parti per la raccolta in forma aggregata di dati anonimi che permettono di migliorare la fruibilità dei contenuti. Cliccando su "accetta", acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni e su come eventualmente disabilitare i cookie consultare l'informativa: cookie e privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi