Solidarietà alla Presidente Dalzocchio, attacchi inaccettabili nei suoi confronti.

Intanto che il sindaco di Rovereto Francesco Valduga fa tutto fuorché il sindaco, nel secondo grande centro della nostra Provincia autonoma assistiamo ancora una volta all’ipocrisia di chi invoca il politicamente corretto solo quando fa comodo. Ci riferiamo ovviamente agli attacchi indecorosi rivolti alla Presidente del Consiglio Comunale Mara Dalzocchio (Lega Nord), alla quale va rivolta la nostra solidarietà più totale ed incondizionata.

Secondo un articolo apparso sulla stampa locale, la Presidente Dalzocchio non dovrebbe essere riconfermata nel suo ruolo… perché, esorbitando dalle proprie prerogative, ha cercato di calmare un gruppo di cittadini! Il riferimento è al comitato civico che sta protestando contro l’abbattimento di 50 alberi a Viale Trento e che la settimana scorsa sarebbe comparso in Consiglio comunale.

È importante ricordare che secondo il sito istituzionale del Comune di Rovereto, la Presidenza del Consiglio Comunale “rappresenta il Consiglio e ne è l’oratore ufficiale. Sovraintende alle attività del Consiglio e ne assicura il buon andamento dei lavori facendo rispettare il regolamento. Garantisce e tutela con imparzialità le prerogative ed i diritti dei Consiglieri assicurando il rispetto dei diritti delle minoranze.”

Ora viene naturale chiedersi dove sia finito nella scena politica tutto quel femminismo che viene invocato stranamente solo quando vengono offese donne che hanno la tessera del Partito Democratico; quando invece ad essere mancate di rispetto sui giornali sono politiche fuori dal comune, allora tutto è permesso. Si passa quindi, come spesso accade, dal politicamente corretto all’ipocrisia più scorretta. Alla luce di questa normativa non si capisce minimamente dove la Presidente Dalzocchio abbia esorbitato dal suo ruolo, e questo ovviamente prendendo per veritiero, e non e per baldanza, quello che è stato scritto sui giornali.

Concludendo, è quanto mai giusto chiedere l’intervento delle istituzioni, ma non per cacciare Mara Dalzocchio, che sta svolgendo un ottimo lavoro, ma per tutelare doverosamente la sua persona e la presidenza del Consiglio Comunale di Rovereto da queste aggressioni sui giornali che non fanno onore alla dialettica politica.

Agire per il Trentino

Esito dell'Iniziativa

 

Comunicato inviato ai media locali il 30 luglio 2017.

 

 

 

L’articolo su “La Voce del Trentino”: Agire, solidarietà alla Presidente Dalzocchio, attacchi inaccettabili nei suoi confronti.

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*