Sciopero dei Treni, AGIRE: “Non abbandoniamo i nostri lavoratori.”

Domani ci sarà lo sciopero del personale di Trenitalia circolante tra Brennero a Verona: per 8 ore i capitreno protesteranno contro le recenti aggressioni subite durante lo svolgimento delle loro mansioni lavorative. Saranno garantiti comunque i servizi minimi.

Pur con la considerazione che a pagarne ingiustamente le conseguenze per primi saranno i pendolari, c’è da dire che evidentemente queste persone sono, usando le parole della nota sindacale, nell’esasperazione più totale vista la perenne mancanza di rispetto di alcuni passeggeri (spesso e volentieri di origine straniera); solo una settimana fa ad Ala un capotreno è stato violentemente aggredito dopo aver semplicemente richiesto ai passeggeri di pagare il biglietto.

È assolutamente inaccettabile che dei lavoratori onesti debbano svolgere i propri compiti nella paura e nella solitudine più totale, ed è necessaria non solo una presa di coscienza da parte dello Stato (politica, governo e magistratura), ma anche maggior rispetto per noi stessi.

Con la proposta di AGIRE sulla riforma della Polizia Locale si potrebbe anche pensare alla presenza obbligatoria di alcuni agenti addestrati e preparati anche sui treni in modo che episodi del genere non succedano più; questo sarebbe un modo per tutelare noi stessi sempre in chiave autonomista.

Concludendo si spera vivamente che il grido d’aiuto di questi lavoratori non resti inascoltato e che finalmente le istituzioni intervengano prontamente; continuare a giustificare per motivi ideologici questi passeggeri che non rispettano le nostre leggi non farà altro che peggiorare la situazione.

AGIRE per il Trentino, Ufficio Stampa e Comunicazione

Esito dell'Iniziativa

 

Comunicato inviato ai media locali il 6 settembre 2017.

 

 

 

L’articolo su “La Voce del Trentino”: Sciopero dei Treni, AGIRE: “Non abbandoniamo i nostri lavoratori.”

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*