Rossi a Mori, come i gerarchi nel bunker prima di subire l’assalto finale

Non entro ora nel merito degli interventi che la Provincia si propone di fare in quel di Mori per mettere in sicurezza l’abitato dai crolli rocciosi, ma non posso che stigmatizzare il solito “metodo Rossi” di considerare l’ascolto e la partecipazione dei cittadini puramente accessorie e irrilevanti per le scelte dei politici, sempre più distanti dal sentire popolare.

“Non c’è mai stato un confronto serio con i cittadini, siamo stati messi davanti al fatto compiuto”, dice un cittadino di Mori, presente alla serata per ribadire la scelta dell’impattante vallotomo come soluzione unica e insostituibile percorribile dalla Provincia per proteggere la zona dai distacchi rocciosi. Un cittadino che forse nel 2013 aveva pure dato il voto a Ugo Rossi, che si era presentato ai Trentini con lo slogan “Diamoci del Tu”. Oggi se si ripresentasse con questo slogan nessuno lo prenderebbe sul serio.

L’esasperazione che il suo modus operandi ha generato, ha portato tanti dei cittadini di Mori ieri presenti a gridargli in faccia “Arroganza, arroganza, tanta arroganza”. È evidente che se deve farsi scortare dalle Forze dell’Ordine in tenuta antisommossa per una serata informativa in una quieta borgata del Trentino, la sua situazione ricorda tanto quella di quei gerarchi barricati nel loro bunker, intenti a impartire e a far digerire le loro ultime disperate e affannate direttive prima di subire l’assalto finale.

Ormai il Presidente non è più credibile e rappresenta solo sé stesso e la sua pletora di seguaci votati a chiudersi con lui nell’assurdo.

cons. Claudio Cia – coordinatore provinciale AGIRE per il Trentino

Esito dell'Iniziativa

 

Comunicato inviato ai media locali il 15 dicembre 2016.

 

 

 

L’articolo su “La Voce del Trentino”: Tensioni a Mori, Rossi contestato

 

 

L’articolo su “Il Dolomiti”: Si accende lo scontro sul vallotomo, Ugo Rossi contestato all’uscita dall’incontro con i residenti: “Arrogante”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*