Piano di Guida Destra Adige, Corazza (AGIRE): “Troppi dubbi, non è così che si rende protagonista una parte importante della nostra città”

Negli ultimi giorni i quotidiani locali hanno dato grande risalto alle proposte di riqualificazione dell’area Destra Adige della città di Trento. Sulla questione interviene Mauro Corazza, Coordinatore di AGIRE per il Trentino della Città di Trento: “Se non si trattasse della nostra città e di una parte di essa da rendere protagonista, certe notizie avrebbero del tragicomico. Tragico, senza nulla di comico, è senza dubbio il tempo passato inesorabile dalla dismissione della fabbrica ex Italcementi ad oggi, che non è in nessun modo giustificabile e degno della città che vuole essere Trento. Fin dalla presentazione del piano ne era stata messa in discussione, da più parti, la strada che dovrebbe attraversare l’area tagliandola quasi a metà”.

Sullo spostamento della sede del Cibio e sul nuovo polo espositivo, le posizioni di AGIRE sono chiare: “Il Cibio – in quanto struttura strategica per una città come Trento che vuole puntare sull’innovazione –  necessita evidentemente di nuovi spazi. Tuttavia, l’idea proposta con convinzione dal Comune di Trento perde quota, sia rispetto alla prospettiva di trasferimento a Rovereto, sia rispetto a quella di ampliamento della sede attuale. La sistemazione del nuovo polo espositivo, che sembra un punto fermo, si sta rivelando invece assolutamente incompatibile con i tempi dettati dai lavori progettati dall’Università sull’area attualmente in uso al CTE e addirittura ci si prospetta l’idea che bisognerà creare una struttura provvisoria”.

“Per quanto riguarda la partenza della funivia invece – continua Corazza – la storia di questo impianto ci porta a dire che le certezze si avranno soltanto quando vedremo qualche pilone montato. Restano valide le ipotesi del parcheggio multipiano e dello studentato legato peraltro a finanziamenti già portati avantiI tempi di questa politica – conclude il Coordinatore di AGIRE per il Trentino – non sono più al passo con quelli che deve avere una città come Trento e le nostre perplessità su questo piano vengono inesorabilmente confermate. Di questo e di altri temi avremo occasione di parlare in un incontro pubblico al fine di recepire ulteriori indicazioni e avanzare alcune nostre proposte in merito”.

Mauro Corazza

Coordinatore territoriale AGIRE per il Trentino – Città di Trento

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa cookie tecnici e di terze parti per la raccolta in forma aggregata di dati anonimi che permettono di migliorare la fruibilità dei contenuti. Cliccando su "accetta", acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni e su come eventualmente disabilitare i cookie consultare l'informativa: cookie e privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi