Ospedale di Tione, Binelli e Castellini (AGIRE): «Spettacolo disonorevole».

Da alcuni giorni si sta osservando la polemica sul declassamento del reparto di ortopedia dell’ospedale di Tione di Trento; se all’inizio si pensava che la diatriba fosse dovuta dal fatto che si stanno avvicinando le elezioni provinciali (per le quali Patt e Upt stanno cercando disperatamente candidati anche fra gli amministratori locali delle Giudicarie), oggi invece le peggiori paure dei cittadini si stanno tristemente avverando.

Sono anni che AGIRE per il Trentino lotta senza sosta contro i tagli scellerati sulla sanità trentina, e nelle Giudicarie in particolare si sono portati alla luce una montagna di esempi fra cui l’ultimo mini-taglio dei posti letto proprio al reparto di ortopedia dell’ospedale di Tione; ed ogni volta prontamente arriva il politicante di turno dicendo che è solo allarmismo per fare propaganda politica.

Forse questa volta non si tirerà di mezzo la campagna elettorale dal momento che i timori sul reparto di ortopedia in questione sono condivisi anche da qualche amministratore locale. Chiudere il punto nascite è stato scandaloso, ma chiuderlo in cambio di niente forse è stato anche ridicolo; su questo la Comunità di Valle delle Giudicarie e il Presidente Butterini dovrebbero fare un po’ di mea culpa.

È giunta quindi l’ora di rinegoziare il Protocollo con l’Assessorato provinciale della salute e delle politiche sociali perché il futuro dell’ospedale di Tione sembra quello di diventare una Rsa se la situazione dovesse andare avanti così. Inoltre sarebbe anche l’occasione per verificare la situazione di alcuni poliambulatori privati sparsi nelle Giudicarie e per sapere se sono vere le voci sugli ultimi incidenti avvenuti nella zona del Chiese in cui parrebbe che l’elisoccorso abbia avuto grossi problemi per via delle condizioni metereologiche.

Sergio Manuel Binelli e Grazia Castellini

AGIRE per il Trentino, Valli Giudicarie

 

L’articolo sul quotidiano “Trentino” del 4 marzo 2018:

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 5 marzo 2018:

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa cookie tecnici e di terze parti per la raccolta in forma aggregata di dati anonimi che permettono di migliorare la fruibilità dei contenuti. Cliccando su "accetta", acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni e su come eventualmente disabilitare i cookie consultare l'informativa: cookie e privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi