Sportello postale via Scopoli, Larentis (AGIRE): “La Giunta comunale non lasci sfuggire l’ennesimo servizio alle periferie”

Dopo un intervento del sottoscritto nel corso della seduta del Consiglio circoscrizionale del 10 febbraio, a cui è seguita un’interrogazione a risposta scritta sulla stessa tematica, la conferma alle preoccupazioni della cittadinanza per la possibile chiusura dello sportello di via Scopoli è arrivata a mezzo stampa tramite un articolo riportato su un quotidiano locale il 13 febbraio.“Entro maggio sarà ufficializzato il destino dello sportello postale di via Scopoli nel rione di Cristo Re”, “l’ultima parola spetterà però al Sindaco che i funzionari di Poste italiane hanno iniziato ad incontrare da ottobre dello scorso anno” recita l’articolo.

E’ importante ricordare come la presenza di tale servizio sul territorio cittadino, oltre a svolgere il proprio ruolo, ha indirettamente anche un forte impatto sociale, in quanto permette l’aggregazione, contribuisce a mantenere vivo e abitato un quartiere, impedendo o comunque ostacolando, l’avanzata del degrado. Risulta inoltre di fondamentale importanza comprendere come l’afflusso di utenza presso lo sportello postale di via Scopoli è in grado di produrre degli effetti positivi anche per le attività commerciali presenti in zona.

Pare importante sottolineare inoltre come l’accentramento dei servizi – giustificato dal ridotto profilo operativo – mal si sposi con un sistema urbanistico e dei trasporti pubblici urbani che non consente rapidi spostamenti e costringe i nostri cittadini ad investire grandi quantità di tempo (anche nella programmazione di tali spostamenti) di cui si potrebbe beneficiare in altro modo.
E’ evidente a tutti come l’Autonomia di un rione e delle persone che vi abitano spesso non segua il principio di utilità (economica). La presenza di servizi nelle periferie evita alle persone una continua e snervante mobilità che contribuisce ai problemi ambientali e relativi al peggioramento della qualità dell’aria che ci coinvolgono ogni giorno. Oltre a ciò, questi presidi permettono una più equa ridistribuzione demografica, evitando lo spopolamento dei quartieri o la riduzioni degli stessi a semplici dormitori, privi di una comunità pulsante.

Occorre quindi saper guardare oltre le logiche puramente numeriche ed economiche del presente e intraprendere scelte coraggiose di ampio respiro, guardando al futuro sociale ed ambientale della nostra città.

Con questo spirito, in qualità di Consigliere Circoscrizionale per Centro Storico – Piedicastello, ho proposto al Sindaco e alla Giunta Comunale di promuovere, nell’ambito dei contatti con i funzionari di Poste Italiane, il mantenimento dello Sportello Postale di via Scopoli.

Cons. Alfonso Larentis – AGIRE per il Trentino

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa cookie tecnici e di terze parti per la raccolta in forma aggregata di dati anonimi che permettono di migliorare la fruibilità dei contenuti. Cliccando su "accetta", acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni e su come eventualmente disabilitare i cookie consultare l'informativa: cookie e privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi