Interrogazione Comune ad Avio: lottizzazione area ex Angelini a Sabbionara d’Avio

Nel 2011, sbloccando un’area ferma da anni, il Consiglio comunale ha approvato un piano di lottizzazione presso l’area ex Angelini a Sabbionara d’Avio, regolando l’edificazione di edifici residenziali e la contestuale realizzazione di opere pubbliche eseguite dai lottizzanti in conto oneri di urbanizzazione a beneficio della stessa frazione.
Il tutto da realizzarsi entro la scadenza decennale prevista nel novembre 2021 e prorogabile per ulteriori 5 anni in caso di mancato completamento delle opere.
In particolare, gli allora consiglieri e i commissari delle varie commissioni comunali avevano previsto la realizzazione dell’allargamento della via Massa, mediante la realizzazione dei muri di sostegno e di recinzione lungo tutti i confini della lottizzazione lungo i fronti stradali e il parcheggio pubblico ottenendo diritto di iscrivere una servitù di pubblico transito per accedere all’ingresso del parcheggio pubblico utilizzando la strada della lottizzazione interna che doveva essere realizzata a carico della proprietà.
In coerenza con quanto approvato dal Consiglio Comunale la scorsa amministrazione avviò la progettazione del parcheggio pubblico lasciando alla subentrante la continuità di seguire un percorso già avviato.

Il Sindaco Secchi decise però di non dare seguito a quanto approvato in passato e con delibera consigliare del novembre 2018 approvava una variante alla concessione iniziale modificando sostanzialmente gli obblighi a carico dei lottizzanti e favoriva la trasformazione di una parte di verde pubblico in edificabile residenziale.
Inoltre, il Sindaco, esonera i lottizzanti dalla realizzazione dei nuovi muri di sostegno programmati precedentemente nel 2011 lungo il perimetro della lottizzazione, in corrispondenza della via Massa e della via Castelbarco, impedendo così l’allargamento della stessa via Mass e rinunciando contestualmente alla servitù di pubblico transito sulla strada interna della lottizzazione, con l’aggravante di assumere l’onere a carico del comune per la realizzazione della stessa strada interna e relativa manutenzione ordinaria e straordinaria anziché come in precedenza, lasciata in carico alla proprietà essendo una strada chiusa a “cul de sac”.

Queste modifiche, rispetto a quanto autorizzato nel 2011,sembrano non tutelare gli interessi della comunità perché penalizzano l’allargamento della via Massa e la realizzazione del parcheggio con l’aggravante di riconoscere una riduzione di 1/3 degli oneri del contributo di concessione corrispondenti a € 103.958 per la realizzazione di una strada chiusa di accesso all’area residenziale della lottizzazione.

Inspiegabili sono i motivi e le ragioni “politiche”di questa variazione che hanno portato a stravolgere la progettazione di un’importantissima zona strategica della frazione di Sabbionara limitando sensibilmente la realizzazione di opere pubbliche in conto oneri con l’aggravante che la presa in carico della strada interna, nonostante non conduca a nessun luogo pubblico ma trattasi di “una strada a cul de sac”, graverà per sempre a carico dei cittadini che dovranno anche sostenere le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria, pulizia, sgombero neve, illuminazione pubblica, ecc.

E’ innegabile constatare che proseguire in questa direzione espone l’amministrazione comunale a possibili danni all’erario per opere pubbliche in conto oneri “non realizzate” con l’onere di sostenere costi illimitati manutentivi della strada chiusa di accesso alla lottizzazione.
Non solo, sembra le aree di pubblico utilizzo che devono essere cedute dalla proprietà all’amministrazione comunale non siano libere da qualsiasi vincolo o diritto reale e che tale situazione blocchi da mesi la sottoscrizione della convenzione urbanistica, la cessione delle aree e quindi la realizzazione delle infrastrutture pubbliche.

Ciò premesso si interroga il Sindaco e l’assessore competente per conoscere:

1. se le aree che devono essere cedute all’amministrazione comunale per pubblico utilizzo inserite nella lottizzazione sono libere da qualsiasi vincolo o risultano ipotecate e se al momento dell’approvazione consiliare, nel novembre scorso, erano state fatte le opportune verifiche;
2. se la convenzione urbanistica, approvata in Consiglio comunale è stata sottoscritta dalle parti ed in caso negativo quali sono i motivi di questo notevole ritardo;
3. se l’amministrazione comunale, considerato che si affrontano aspetti finanziari, prima dell’approvazione della variante alla lottizzazione avesse acquisito un parere preventivo favorevole dal Revisore dei Conti a tutela del pubblico interesse per non incorrere in eventuali danni all’erario per opere pubbliche in conto oneri di urbanizzazione “stralciate” e per il sostegno illimitato nel tempo delle spese manutentive della strada “chiusa” di accesso alla lottizzazione, stante sia riconosciuta una riduzione di 1/3 degli oneri del contributo di concessione corrispondenti a € 103.958,00;
4. i motivi che hanno indotto il sindaco a inserire in questa variante anche la pista ciclopedonale dal costo di poco meno di € 2.000.000 che andrà ad espropriare e occupare importante aree verdi e agricole di pregio, ben sapendo che ci sono da valutare soluzioni alternative di minor impatto paesaggistico, più sicure e molto più economiche;
5. i tempi di realizzazione della pista ciclopedonale nella sua interezza, l’allargamento della via Massa fino all’incrocio di Castelbarco, della realizzazione del parco e del parcheggio pubblico diventato un’opera urgentissima e indispensabile per soddisfare la crescente richiesta turistica per i visitatori del Castello e delle nostre bellezze naturali e culturali;

A termini di regolamento si chiede la risposta scritta.

Consigliera  comunale Anna ValliCoordinatrice territoriale AGIRE per il Trentino Vallagarina
Consigliere  comunale Casimiro Margoni – Lega

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa cookie tecnici e di terze parti per la raccolta in forma aggregata di dati anonimi che permettono di migliorare la fruibilità dei contenuti. Cliccando su "accetta", acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni e su come eventualmente disabilitare i cookie consultare l'informativa: cookie e privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi