Il premio risultato di Paolo Bordon vada ai bambini malati.

Tra un’inaugurazione e l’altra continua la farsa della sanità trentina, o meglio di chi la gestisce. Mentre tutto si sta rivelando un fallimento, apprendiamo che l’assessore alla Salute Luca Zeni (PD) premia il direttore dell’azienda sanitaria trentina Paolo Bordon con 20.000 euro.

Tutto normale da contratto, questo grazie ai risultati ottenuti quali le riduzioni delle liste d’attesa e l’efficienza della nostra sanità. Riduzioni, Efficienza? Ancora una volta, Zeni, deve aver sbagliato a leggere i dati. Ci chiediamo in base a quali criteri sono state valutate queste migliorie. Ricordiamo che il signor Bordon percepisce uno stipendio annuo lordo di 175,000 euro che arrivano fino a 227,000 grazie ai premi risultato. Cifra esorbitante soprattutto se si tiene conto delle lacune sanitarie a cui tutti noi siamo sottoposti quotidianamente. La Giunta Provinciale ovviamente ha subito deliberato. Peccato che i cittadini continuino a pagare di persona i tagli messi in atto nel contesto salute. Usufruiranno di questo premio anche Luciano Flor (circa 3,000 euro) e Franco Debiasi (circa 15,000 euro) ex direttori dell’azienda.

Naturalmente non si tiene conto che in molti ospedali manchino macchinari indispensabili, che molti servizi periferici siano stati aboliti creando disagi alle persone. Per non parlare del disastro dei punti nascita. Nonostante ciò i premi sono loro assicurati.

Noi di AGIRE per il Trentino vogliamo lanciare una sfida a lor signori. Il reparto pediatria dell’ospedale di Rovereto Centro Fibrosi Cistica necessita urgentemente di uno spirometro e di un polisonnigrafo. Chiediamo pubblicamente a Paolo Bordon, Luciano Flor e Franco Debiasi di donare i soldi (dei cittadini) ricevuti come premio per l’acquisto di queste apparecchiature. Che dimostrino di tenere veramente a quella che dovrebbe essere l’essenza della loro professione. I bambini curati in questo reparto vi doneranno un premio ancora più grande. Il loro sorriso….

Grazia Castellini – Coordinatrice di AGIRE per il Trentino per le Valli giudicarie

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa cookie tecnici e di terze parti per la raccolta in forma aggregata di dati anonimi che permettono di migliorare la fruibilità dei contenuti. Cliccando su "accetta", acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni e su come eventualmente disabilitare i cookie consultare l'informativa: cookie e privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi