Cara Agricoltura ti (de)scrivo, serata sull’Agricoltura organizzata da Agire in Val di Cembra

Ottimo successo per la serata organizzata in Val di Cembra da Agire per il Trentino, movimento che ha come riferimento il consigliere provinciale Claudio Cia. Un incontro incentrato sul tema dell’Agricoltura, con presenti molti tecnici del settore tra agricoltori, enologi e allevatori, che è stato l’occasione per presentare il giovanissimo referente territoriale del movimento, Michael Moser. Presente anche Sandro Bordignon, coordinatore del movimento a Trento, che ha introdotto la serata con il percorso finora fatto da Agire e le prospettive per i prossimi mesi.

Moser, nella sala della Cassa Rurale di Giovo, è partito dall’osservazione dalla difficoltà degli agricoltori a mantenere la loro attività, molto spesso oberati da prassi burocratiche che impongono di passare più tempo tra carte e uffici che nei propri campi, e da qui è partito un ampio botta e risposta con il pubblico in sala che sulla questione ha le idee chiare: si lavora di più, si lavora meglio, ma si guadagna meno. Da qui la conversazione con i presenti si è stesa quindi alle possibili cause di questo meccanismo perverso, arrivando a parlare della rete di commercializzazione, delle differenze con i vicini dell’Alto Adige, e della frammentazione del settore trentino.

Tra i temi centrali della serata anche gli aiuti ai giovani per “rimanere” nell’ambito agricolo, che a detta di Michael Moser ma anche dei numerosi presenti tra i quali il locale Assessore all’Agricoltura, così configurati rischiano di indurre delle facili illusioni, generando nel tempo situazioni non sostenibili. Tra i tanti temi toccati non potevano mancare i muretti a secco e la questione dei contributi per gli stessi.

Moser ha concluso ricordando come la Val di Cembra sia quasi sempre utilizzata come “sfondo” per le numerose manifestazioni agroalimentari alle quali quali partecipa il Trentino, ma l’amore per questa valle da parte della politica provinciale e in particolare dall’Assessorato all’Agricoltura sembra concludersi li, senza specifiche attenzioni alle condizioni effettive del territorio.

Al termine della serata, che ha dato ampio spazio al dibattito e all’ascolto dei cittadini, ha salutato i presenti il consigliere provinciale Claudio Cia, che ha descritto le difficoltà che spesso incontra il Consiglio provinciale a trattare temi pratici e concreti. “Non è la provincia de deve inventarsi posti di lavoro, ma deve garantire le condizioni affinché il privato possa essere agevolato a investire sul proprio territorio, esprimendo al meglio le proprie potenzialità”, ha concluso il consigliere di Agire.

Agire per il Trentino – Ufficio stampa e comunicazione

Esito dell'Iniziativa

 

Una foto della serata:

 

 

 

La locandina dell’evento:

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*