Amianto a Levico: quando la Provincia darà attuazione alle proprie delibere?

Apprendiamo da un articolo di stampa che a Levico Terme ci sarebbe una tettoia in cemento-amianto, circa 60 metri quadrati, nei pressi di piazza Medici, in un complesso urbanistico noto come ex-macera tabacchi, vicino al centro urbano e luoghi sensibili come il Parco Asburgico, sede di numerose attività che attirano costantemente migliaia di turisti, di proprietà della Provincia.

Con una delibera della Giunta provinciale del novembre 2015, quella copertura era stata inserita nel censimento inviato poi al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, segnalata come pericolosa. Con quella stessa delibera, sembra che la Provincia abbia intimato a se stessa di smaltire l’amianto individuato in quella p.ed. 3049/2 entro il termine perentorio e inderogabile di un anno, a tutela della salute pubblica.

Dal momento che quella copertura in cemento-amianto praticamente ad altezza di naso, fa ancora bella mostra di sé e risulta compromessa in più punti, presentando a occhio nudo una friabilità che fa sospettare una possibile e più che probabile dispersione nell’ambiente di fibre di amianto volatili ed estremamente pericolose per la salute dei cittadini, viene da chiedersi che cosa aspetta la Provincia a rimuovere quella copertura.

Oppure dobbiamo dedurre che chi fa le leggi a tutela della salute pubblica, le impone ai suoi cittadini solo per cogliere l’ennesima occasione per fare cassa, ma poi, dell’ambiente e della salute reale della popolazione non si cura?

Premesso quanto sopra, si interroga la Giunta provinciale per sapere:

  1. quante altre coperture in cemento-amianto come quella di Levico sono riferibili alla responsabilità della Provincia e attendono di essere rimosse;
  2. quando è stato svolto l’ultimo aggiornamento delle tabelle contenenti gli immobili da sottoporre a bonifica, con le rispettive valutazioni dell’indice di degrado del materiale, e dove queste siano pubblicate.

A norma di regolamento, si chiede risposta scritta.

Cons. Claudio Cia – AGIRE per il Trentino

 

L’articolo sul quotidiano “Trentino” del 18 maggio 2017:

L’articolo sul quotidiano “l’Adige” del 18 maggio 2017:

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa cookie tecnici e di terze parti per la raccolta in forma aggregata di dati anonimi che permettono di migliorare la fruibilità dei contenuti. Cliccando su "accetta", acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni e su come eventualmente disabilitare i cookie consultare l'informativa: cookie e privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi